Domanda di ammissione al patrocinio gratuito

Può essere ammesso al patrocinio a spese dello Stato chi è titolare di un reddito imponibile ai fini dell'imposta personale sul reddito, risultante dall'ultima dichiarazione, non superiore a euro 11.493,82. E' questo il nuovo limite di reddito previsto dal D.M. Giustizia 16.01.2018 (pubblicato in Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 49 del 28.02.2018) che ha aggiornato l'art. 76 comma 1 del D.P.R. n. 115/02 adeguando l'importo alla variazione, accertata dall'ISTAT, dell'indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati verificatasi nel biennio precedente. 
Il modulo per l'istanza di ammissione al patrocinio a spese dello Stato, deve essere depositato presso l'Ufficio di Segreteria dell'Ordine degli Avvocati  oppure inviato via pec all'indirizzo ord.ferrara@cert.legalmail.it

Unità organizzativa responsabile dell'istruttoria
Commissione interna per il patrocinio a spese dello Stato
Contatti ufficio competente
info@ordineavvocatiferrara.it
Competenza dell'adozione dell'atto finale
Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Ferrara
Termine del procedimento
Nei dieci giorni successivi a quello in cui è stata presentata o è pervenuta l'istanza di ammissione, il Consiglio dell'Ordine, verificata l'ammissibilità dell'istanza, ammette l'interessato in via anticipata e provvisoria al patrocinio a spese dello Stato se, alla stregua dell'istanza presentata, ricorrono le condizioni di reddito cui l'ammissione al beneficio è subordinata e se le pretese che l'interessato intende far valere non appaiono manifestamente infondate.
Strumenti di tutela in favore dell'interessato
Nel caso in cui il Consiglio dell'Ordine respinga o dichiari inammissibile l'istanza, questa può essere proposta al magistrato competente per il giudizio, che decide con decreto.

 



C.F. 80016110381 / PRIVACY/ Sitemap

deltacommerce